Società

Da qualche tempo a questa parte, quello che succede nel mondo, gli eccidi, lo scempio di intere popolazioni ed anche il massacro di bambini, sembra passare inosservato o almeno sembra non fare più notizia.

Siamo troppo presi dal tram tram quotidiano o forse troppo distratti da altre cose, a volte insignificanti, ma che ci sembrano enormemente serie ed importanti.

Siria, ultimo atto! Assad stermina i curdi, gli americani, i francesi e gli inglesi bombardano i siriani …

Sarà la mancanza di aspettative future o di ideali, sarà la poca educazione familiare o sociale, sarà la confusione tra libertà e libertinaggio, ma oggi come oggi questi ragazzi sembrano proprio non avere più limiti e freni.

Pestaggi quasi quotidiani, risse, accoltellamenti, uccisioni , violenze ai danni di loro coetanei e tanto altro … sembra di vivere in una pellicola cinematografica …e, la cosa ancora peggiore,ai giovani nostrani si aggiungono quelli venuti

Anche se nessuno sa darne una definizione, tutti noi sappiamo cos’è il tempo!

Il “tempo” : conosciamo del “tempo” gli effetti dirompenti che ha sulle cose e sugli uomini, conosciamo la sua forza devastante ma, e purtroppo non tutti, conosciamo anche i suoi benefici effetti!

Il “tempo” non è una medicina, ma una terapia naturale fatta di tanti accorgimenti fisici e spirituali!

Con il tempo si guariscono le ferite, si leniscono i dolori, si ottiene giustizia, quella stessa giustizia che l’uomo con tutte le sue leggi e leggine non è in grado di dare.

 

Ho dovuto comprare una casa più grande, ma anche questa non basta per contenere la mia collezione di scarpe. Più che una collezione è una cosa che fa parte di me, come i miei piedi.

Non so come sia nata questa che, più che una passione, è ormai una mania; qualcuno, per essere sinceri, la chiama malattia.

 

 

 

Eran trecento…..

Vi ricordate questa bellissima poesia,  “La spigolatrice di Sapri” ?

 

 

Inizia qui una serie di puntate sulle disavventure di un Sanpietrino - chiamiamo così chi affitta case, come S.Pietro che apre le porte del paradiso, anche se in terra paradisi non ce ne sono.

In questo caso è una Sanpietrina, che chiameremo sora Sara.

 

I primi affittuari di Sanpietrino o Pietrina, dato che la nostra protagonista è una zitella, ossia la nostra Sora Sara, sono stati due fidanzati.

Sara aveva messo un annuncio sui giornalini on-line con l’aiuto del nipote e aveva avuto un sacco di risposte, in un attimo, ma quei due giovani le sembravano proprio simpatici.

 

I discorsi di circostanza sono sempre un po' scontati. Si tratta però di scegliere parole belle e allora queste fanno effetto.

Il Presidente della Repubblica ha detto, nel settantaduesimo anniversario della liberazione, che senza le lotte del popolo durante le due guerre mondiali non avremmo la libertà e la democrazia di cui godiamo ora.

Infatti sono belle parole, ma stanno perdendo man mano di significato.

 

1945 , 25 di aprile … è finalmente stata posta la parola fine alla dittatura nazi-fascista che ha trascinato la Germania e l’Italia in un vortice di violenza e sangue!

Dopo sanguinose e strazianti battaglie l’agognata democrazia viene riportata nella martoriata Italia!

 

 

Da un po’ avevamo visto sparire dalle strade accattoni e zingari a chiedere la carità. Anche sui treni sono in numero minore, infatti la polizia ferroviaria ha condotto una lunga e proficua serie di lotte.

Una volta un controllore fece fermare il treno per fare scendere una zingara senza biglietto, ma quella si rifiutò di obbedire, come pure di rispondere, così il treno rimase fermo 20 minuti, finché, gli altri passeggeri, arrabbiati, fecero ressa contro di lei, minacciandola di darle quello spintone che il controllore non poteva permettersi, e solo così, scese.

È poi sempre vero che sia  importante l’opinione degli altri nella nostra vita?

Spesso, molte persone si chiedono quanto l’opinione degli altri conti nella loro vita e la maggior parte si dà sempre la stessa risposta: “molto”, forse anche “troppo”.

In una parte della nostra società conta molto di più l’opinione dell’altro che non la nostra; conta più essere falsi ma visti di buon occhio da tutti che sinceri  essendo così presi di mira dall’ opinione pubblica.