Vagare di notte per le strade di una grande città è sicuramente, almeno per chi ha avuto il piacere di farlo, una grande emozione.

Di notte si riesce a vivere veramente la città nella sua interezza e, perché no, in tutta la sua bellezza. Se poi si ha la fortuna di vivere in una città ricca di storia, allora è una cosa fantastica!

Quante volte nei tempi passati ho avuto la fortuna di poterlo fare; esperienza unica, anche perché sembra che il mondo si fermi, che tutti i patemi d’animo quotidiani scompaiano per fare posto ad una serenità indescrivibile.

Tempi che furono, quando, senza preoccupazione alcuna, si poteva vagare indisturbati e sicuri per le strade tranquille e, magari sostare dinanzi ad una statua per rivivere per pochi minuti tutta la storia custodita in quel freddo blocco di marmo.

La storia che ancora ora vive e che, proprio perché la mente di chi guarda la tiene in vita, resta patrimonio immortale di conoscenza con tutto il suo bagaglio di esperienza: la storia è lezione di vita per il futuro!

Purtroppo nel tempo le cose sono cambiate, ed oggi vivere di notte la città è diventato quasi impossibile per il vociare di tanta gioventù che si lascia andare in preda all’alcool o alla droga ad atti incivili e, peggio ancora, per la seria possibilità di finire vittima di qualche balordo animato da cattive intenzioni.

Oggi, quelle luci che rischiaravano la tranquilla tua passeggiata si trasformano in silenziosi testimoni di atti vandalici, di aggressioni, di violenze e di stupri.

Non è raro incontrare drogati, rapinatori, prostitute che più che angeli sono diavoli della notte!  

Nella nostra così evoluta società manca ormai ogni freno inibitorio, per cui tutto è permesso, tutto è lecito, soprattutto ciò che è proibito ed illecito.

Immigrazione clandestina, mancanza di lavoro, mancanza di aspettative future, mancanza di ideali, mancanza di educazione, voglia di emulazione sono tra i fattori di una sempre più crescente violenza!

La nostra società facilmente oggi fraintende la libertà con il libertinaggio: l’ illecito è lecito!

Eppure nella notte una luce splende ancora: è la luce della speranza, perché da sempre la speranza è l’ultima a morire e, fin quando ci sarà questa luce, potremo ancora vivere la nostra città!

GaetanoDP