Anche se nessuno sa darne una definizione, tutti noi sappiamo cos’è il tempo!

Il “tempo” : conosciamo del “tempo” gli effetti dirompenti che ha sulle cose e sugli uomini, conosciamo la sua forza devastante ma, e purtroppo non tutti, conosciamo anche i suoi benefici effetti!

Il “tempo” non è una medicina, ma una terapia naturale fatta di tanti accorgimenti fisici e spirituali!

Con il tempo si guariscono le ferite, si leniscono i dolori, si ottiene giustizia, quella stessa giustizia che l’uomo con tutte le sue leggi e leggine non è in grado di dare.

 

Il “tempo” può dare l’immortalità, può trasformare la storia in leggenda: basta vivere il passato ed il presente per prepararsi al futuro!

Il “tempo” non ha “tempo”, il tempo è il susseguirsi della notte al giorno e del giorno alla notte!

Il “tempo” : insieme di innumerevoli e infiniti numeri di momenti!

“Non ho tempo” è la frase più stupida che si possa pronunciare: il tempo non appartiene a nessuno ma è di tutti, e l’essere indaffarati non significa non avere tempo, quanto piuttosto non avere la volontà di fare perché si vive solo di  dire!

Ogni “tempo” ha il suo tempo: il tempo della semina, il tempo della maturazione ed il tempo della raccolta: ma purtroppo i ragazzi di oggi non riescono a dare il giusto peso al tempo né riescono a differenziare i vari momenti di cui è fatto il tempo tanto che accade spessissimo che confondano il tempo della semina  con quello della raccolta saltando consapevolmente ma incoscientemente quello della maturazione!

Stragi del sabato sera, uccisioni per futili motivi, cattiveria gratuita ai danni dei “diversi”, violenza bestiale su coetanei più deboli e “branchi” che stuprano ragazzine tratte in inganno per poi essere ricattate e minacciate:  questo è il peggior modo di impiegare il “tempo”, il tempo della vita …

Il “tempo”, il nostro tempo è prezioso quanto e più di mille lingotti d’oro … spendere bene il nostro tempo è indispensabile perché, mentre per le ricchezze materiali possiamo con un semplice calcolo “matematico” stabilire quando esse verranno a mancare, non potremo mai stabilire, pur servendoci di mille formule o statistiche, quando il “tempo, il nostro tempo finirà” … 

“ La vita è un grandissimo immenso bellissimo ristorante, dove tutti indistintamente, a prescindere dal ceto sociale, dal colore della pelle, dalla religione e dall’età, sono invitati: saloni decorati e luminosi, lindi, dove non si avverte  né il caldo né il freddo, con tavole infinite ricolme di ogni “ben di Dio” dove possiamo prendere ciò che vogliamo, senza limiti,  a sazietà … senza camerieri o guardiani … tutto a “self service”… non bisogna fare lo scontrino alla cassa per comprare ciò che si vuole mangiare o bere, anche perché, la cassa non c’è … il ”tempo” sembra si fermi  anche se continua a scorrere veloce … all’improvviso si apre una porta in fondo alla sala ed entra un distinto Signore vestito di bianco con in mano un vassoio con un conto da pagare … non si sa a chi lo presenterà ma a chiunque andrà, quel conto sarà pagato all’istante ed in contanti senza poter accampare alcuna scusa … “

Lone Wolf