WOW!!!

E’ questo uno dei termini con cui si può definire una nave come COSTA SMERALDA, la nuova ammiraglia della linea Costa Crociere, inaugurata il 20 dicembre 2019.

E’ una nave innovativa sotto tutti i punti di vista, dalla propulsione a gas naturale liquefatto (GNL) alla fruizione totale dell’acqua di mare da cui ottenere il completo rifornimento  idrico e potabile per l’intera flotta e clienti.

Ciò è considerevole se si pensa che la nave può contenere 6000 ospiti paganti e che il personale di servizio arriva a contare 1700 dipendenti, atto a  fornire un servizio di alta o altissima qualità e diversificazione. Alla obiezione che il sistema di dissalazione è molto costoso, il presidente di Costa ha precisato che esso diventa più conveniente all’aumentare del costo dei macchinari e della tecnologia di desalinizzazione.

A parte il fatto che l’utilizzo di acqua di mare è inevitabile o forzato per una nave in crociera, l’approccio a nuovi sistemi non può che portare vantaggi a tutti i processi di utilizzi idrici anche a terra.

La nuova nave che è costata 5 anni di lavoro è stata costruita, come altre navi di queste dimensioni, nei cantieri di Turku in Finlandia.

Per la precisione, Smeralda è di più di 184 mila tonnellate di stazza, per una lunghezza di 337 m., una larghezza di 42 m., un’altezza di 63 m. Ha 2612 cabine, 19 ponti, 4 piscine,15 ristoranti, 17 bar, per non contare le attrezzature di wellness, tra cui una snow room, per il dopo sauna.

Il nome della nave richiama direttamente la costa della Sardegna, il che conferma il marchio di italianità, che sarà suggellato dalla futura sorella Costa Toscana ed è ribadito nei nomi dei ponti a cui è assegnato il label delle città nostrane. La nuova nave è quindi una nazione viaggiante, in cui i nomi delle piazze, i ponti, i bar, i ristoranti, richiamano la nostra storia etnica e culturale. Il viaggio inaugurale sarà breve, ma celebrerà il Natale e, dopo l’avvicinamento a Malaga, si indirizzerà a Roma.

L’innovazione prevede anche l’all inclusive che inserisce nel valore del viaggio anche i costi delle escursioni che fanno parte dei cicli di crociere marittime. Sarà questa una operazione ulteriore che attirerà molti viaggiatori, già numerosi, se si considera non solo il varo di nuove navi, ma l’aumento del numero di crocieristi in crescita vertiginosa.

Tra le ragioni del favore dell’offerta turistica presso il pubblico dei fruitori sta il rapporto value for money, che risulta sempre efficiente, grazie all’integrazione dei servizi, in cui in nessun altro comparto del settore può essere altrettanto proficuo.

Un altro fattore intangibile risiede nelle emozioni, elemento moderno e di punta delle offerte di turismo che una crociera riesce a dare a molti individui, ossia il senso di cura e attenzione che il servizio crocieristico riesce ad offrire nella sua totalità.

Adriana Galvani

Unipomediterranea