Recensioni & Dintorni

L’immortalità di un affresco: il “Giudizio Universale”

L’arte ha una propria storia e per ammirare e cogliere il significato dei  capolavori bisogna avere un quadro generale che comprenda come  coordinate principali sia  l’epoca storica in cui si collocano sia la vita dell’artista con la sua personalità.

Storicamente  si passa dall’arte primigenia all’arte nelle grandi società agricole ,dal rinascimento all’arte contemporanea.

 

 

Tempo che fu: tempo in cui di mattina, all’alba, ti svegliava il melodioso canto degli uccellini o lo stridulo piacevole garrire delle rondinelle.

Bei tempi, quando ti buttavi giù dal letto felice di affrontare al più presto la tua impegnativa giornata di studi e di svaghi.

Non avevi paura né ti chiedevi come sarebbe stato l’oggi o il tuo domani.

Felice, anche quando eri triste, giù in strada a rincorrere i tuoi sogni, le tue future illusioni.

Da sempre esistono esseri su questo pianeta che indicano la via per edificare un nuovo mondo, per aprire il cammino all’umanità verso una nuova aurora.

Sono esseri di luce, accomunati dalla stessa forza, energia, marchiati dalla stessa solitudine. "Venuti troppo presto, nati postumi con la mente dinamite", direbbe Nietzsche.

 

‘I miti ... fatti che mai non furono e sempre sono’ (Sallustio)

Ci sono parole che più di ogni altre generano onde di continua rifrazione: come un sasso gettato nell’acqua mette in moto riverberi concentrici, così alcuni termini, lanciati nel mare junghiano dell’inconscio collettivo, provocano una profonda reazione a catena , uncinando nel loro precipitare sensazioni, lampi, squarci, ricordi, sogni…