E venne il giorno dell'apocalisse...economico, politico, sociale!

Chi se lo sarebbe mai aspettato di arrivare nell'anno del Signore 2019 per ritrovarsi in un mare in tempesta e non certo ormonale?

Disoccupazione alle stelle, potere d'acquisto più che dimezzato, crescita zero, debito pubblico lievitato al 132%: questa è l'Italia di oggi, ridotta ad una discarica , violentata, vilipesa, derisa, fatiscente!

 

L'Italia ,il giardino d'Europa, ridotta in un ghetto ,privata dell'atavica invidiata dignità! 

Governi incapaci, politici politicanti, Terra dove la cultura viene stuprata giorno dopo giorno e con essa la ricerca, mortificata , assopita in un letargo pluridecennale a causa di tagli e depauperazioni continue! 

Un Governo che galleggia sulle promesse, che carpisce consensi solo perchè capace di dire quello che il popolo vuol sentirsi dire; il popolo, quel popolo laborioso che si affanna per dare un futuro ai propri figli e si ritrova a dover porre rimedio ai danni incalcolabili di una classe politica di inetti in grado solo di pensare a sè stessi!

Invasi da orde barbariche di pseudo profughi, logorati da continui prelievi fiscali, illusi da promesse impossibili!

La delinquenza aumenta mentre la sicurezza evapora come acqua al sole; una corsa continua, affannosa, una corsa quotidiana per soddisfare almeno parzialmente il bisogno naturale di sopravvivere.

Eppure si vive, senza rendersi conto che in effetti si sopravvive giorno dopo giorno nella speranza che possa finire, che possa cambiare, che possa ritornare il sereno!

La speranza, almeno quella, ci aiuta ad andare avanti: giovani che imboccano la strada del malaffare, che si drogano, giovani ludopatici ,giovani senza prospettive per il futuro che giorno dopo giorno ripongono nel dimenticatoio quelle poche scarne aspettative che si erano illusi di avere!

Questa è la nostra bella Italia, questa la Terra di poeti e di artisti, la Terra di condottieri e di eroi: questa è la Terra dove la politica è diventata mestiere, dove l'arrangiarsi è regola e non eccezione , dove l'improvvisazione è cultura!

Galleggiamo aggrappati ad un tronco d'albero e cerchiamo di nuotare verso la riva sempre nella speranza che la tempesta non arrivi!

Lone Wolf