Goal

Il portiere caduto alla difesa

Ultima vana, contro terra cela

La faccia, a non veder l’amara luce.

…………………………………………………

……..,intorno al vincitore stanno,

al suo collo si gettano i fratelli.

Pochi momenti come questi belli,

a quanti l’odio consuma e l’amore,

è dato, sotto il cielo, di vedere.

La descrizione fatta da Umberto Saba di alcuni momenti di una partita di calcio ci deve spingere a delle riflessioni che vanno ben oltre il campo da gioco.  

Una partita di pallone, due squadre l’una contro l’altra, undici contro undici per affermare ognuno la propria superiorità.

Un vinto ed un vincitore, e sì, undici uomini diventano uno solo nel bene e nel male.

Da una parte lo sconforto di uno sconfitto che nasconde la faccia in terra quasi a non voler vedere la triste realtà; dall’altra l’esultanza di un vincitore e la gioia dei “fratelli” che si accalcano in un abbraccio pieno di amore… ed il pubblico non resta estraneo ma o gioisce con loro o soffre in un tutt’uno con la propria squadra!

Non più una moltitudine di persone, ma una folla, gioiosa o addolorata che sia, accomunata dalla stessa passione, il calcio!

Fratelli sia i vinti che i vincitori, gli uni accanto agli altri per gioire o confortarsi!

Undici uomini, undici gladiatori: una squadra animata da un’ unica volontà, lottare per vincere!

La vittoria porta felicità, la sconfitta dolore ma in entrambi i casi tutti si stringono con tutti! Non vi è posto per gelosie o odi, ma solo per la rivalità!

Se la vita, immenso campo di calcio, fosse vista come una partita di pallone probabilmente ci stringeremmo gli uni agli altri o nella gioia o nel dolore, ma in entrambi i casi con amore!

Invece nella realtà quotidiana siamo animati solo da invidia e cattiveria e non riusciamo a capire che l’unione delle nostre debolezze ci renderebbe una forza invincibile!

Purtroppo, come nel calcio così nella quotidianità convivono due facce della stessa medaglia: quelli che subiscono e quelli che impongono,  da una parte il popolo dall'altra i governanti, dimentichi di essere al servizio del popolo stesso: alla fine ci ritroviamo come le due squadre e le due tifoserie gli uni contro gli altri, ma mentre nel calcio vinti, vincitori e pubblico ottengono ognuno per la propria parte gioia o dolore, nella vita il popolo, che sia con i vinti o con i vincitori, riceve sempre e comunque dolore!

Lone Wolf