Chi sono i veri “razzisti”?

“ L'odio è un sentimento umano, che si esprime in una forte avversione.  Considerato comunemente in contrapposizione all'amore”.

 

 

Così ne parlano i libri…l’eterna battaglia tra odio e amore, due sentimenti simili per intensità ed impeto, ma in fondo tremendamente così diversi tra loro. Provare disprezzo per un qualcosa, per qualcuno, per un essere umano, detestarlo fino a volerlo far sparire da questo mondo.

Si è arrivati, si arriva e si arriverà a provare questo rifiuto, certo non sempre nella maniera più drastica, ma la durezza della vita,  porterà a provarlo!

Oramai però ci si è fossilizzati, credendo che il marcio sia solo ed esclusivamente da una parte, facendo finta o non volendo vedere che di odio e di razzismo vero se ne trova molto di più in quelle persone che accusano altri di misantropia, ma non hanno il coraggio di guardare oltre.

Sentire accusare, ancora oggi, il popolo Italiano di xenofobia, accusarlo di razzismo, solo per comodo o per partito preso, sembra solo un modo per creare un muro, per non far guardare chi vuole, cosa e dov’è il vero odio razziale!

Se dire “no” alla rimozione di un crocifisso in una scuola, significa essere razzisti, allora come chiamare chi sgozza come bestie al macello, un essere umano, solo perché di religione diversa? 

Perché non si prova a costruire una cattedrale per simboleggiare il cristianesimo, in qualche città mussulmana, proviamo a vedere se sono disponibili così come Noi quando consentiamo le aperture di moschee ad ogni angolo di strada!

Si da una giustificazione a tutto, solo le frange più estreme e sanguinarie si batterebbero per il  “no”…voi dite?

Ed allora se sono la minoranza, perché non lottano per eliminarla, come chiedono di fare a Noi, per la piaga del razzismo in Italia, ammesso che esista!?!

Forse per sentirsi puri o tranquilli con la coscienza, molti sono diventati ciechi o non riescono a guardare ad un palmo dal naso, o forse perché la loro terra non vale nulla o deve essere quella dove tutti “possono”… strano però che queste stesse persone, si trovino dalla parte di coloro, che morirebbero per difendere la loro di terra e vogliono che nessuno intacchi tradizioni e culture … pena la morte!

Riflettete…

VincenzoDP