L'Italia è ormai una casa "sgarrupata", moralmente e materialmente!

Solo emergenze: dalla emergenza diossina alla emergenza rifiuti, dalla emergenza criminalità alla emergenza bullismo, dall'emergenza frane all'emergenza terremoto.

Ma l'emergenza maggiore è nel nostro animo!

Altro che il Bel Paese, giardino dell’Europa, di un tempo che fu!

 

Ormai è rimasto solo il nostalgico ricordo dei tempi belli che furono: viviamo nel ricordo e nella speranzosa attesa di un domani migliore!

L'Italia ormai è ridotta ad un cumulo di macerie: ma le macerie fisiche sono poca cosa di fronte a quelle morali!

Si và dalla mala sanità alla corruzione, dalle storie di quotidiana ingiustizia  alle assoluzioni eccellenti.

Emigrati, profughi, rifugiati politici, rom … chi altro deve venire sulle nostre già tanto martoriate terre?

Italiani allo sbando, senza soldi, senza una casa, italiani che vivono alla giornata, che rovistano nei bidoni della spazzatura: questa una delle due facce della medaglia, quella riferita al popolo, mentre, l’altra faccia, gente corrotta e corruttrice, appalti truccati, cooperative che lucrano sulle disgrazie degli altri, disonesti che si arricchiscono sulla nostra pelle … arresti eccellenti e scarcerazioni eclatanti, innocenti in carcere, criminali liberi e … noi stiamo a guardare!

Nessuno ci difende più ormai, siamo in balia delle orde barbariche di lestofanti e pseudo profughi !

Altro che il Paese di Pulcinella o di Arlecchino, qua stiamo molto oltre … un comico osannato come un dio alla corte dell’usurpatore della corona del re!

Un popolo allo stremo e,  ciliegina sulla torta, anche il terremoto che dovrebbe essere imparziale colpisce i più deboli!

Queste popolazioni colpite così duramente riavranno le loro case, i loro affetti, i loro ricordi, o andranno nel dimenticatoio come le popolazioni dell’alta irpinia colpita duramente dal terremoto di 48 anni fa ?!?

Ora nella emergenza, le parole, le promesse sono tante e si accavallano tra di loro ... case o casette di legno, container e ... speriamo nella provvidenza divina!

Per il momento le case le hanno date ai clandestini mentre tanti poveri italiani dormono in macchina e sotto ai ponti ... ma tutto ha una logica anche se amara comunque è logica: i disperati sono ricchezza per chi ne approfitta, gli italiani indigenti sono solo una emergenza in più!  

GaetanoDP