Il successo della soap opera in Italia

La soap opera è un prodotto televisivo che ci è pervenuto dagli Stati Uniti negli anni ottanta.

Inizialmente vi era la soap opera radiofonica ma poi sono emerse le vantaggiose caratteristiche del nostro medium per eccellenza,ovvero la televisione.

Opera fa riferimento al melodramma,genere dal quale la soap ha preso diversi contenuti(scontro tra il bene e il male). Era molto difficile in Italia  trovare un termine giusto e all’altezza per identificare tale sceneggiatura,così si è pensato di utilizzare la parola serial continuo o meglio soap opera. Dai molteplici studi centrati sui media emergono le caratteristiche della soap:racconto televisivo infinito, narrazione continua, ritualità dell’appuntamento, dialoghi maggiormente centrati tra due personaggi, scene riprese soprattutto

in interni,personaggi tutti protagonisti,cioè con lo stesso peso narrativo. Inoltre emergono storie sia relative al privato come la famiglia,relazioni amorose,amicali,sia vicende vicine alla nostra quotidianità prendendo con sé problemi salienti della vita di ognuno come malattia,morte,droga.

 Queste sono le caratteristiche comuni,poi entrando nello specifico si vede che ogni soap opera in base alla trama mette di più in evidenza alcuni aspetti e meno gli altri. “Beautiful” è connotata come l’archetipo della soap opera ,ha circa 250 milioni di spettatori e in essa sono salienti gli intrecci amorosi. “Un posto al sole” invece è centrata sulla realtà della comunità,privilegiando le relazioni sociali e meno quelle sentimentali. In “Centovetrine” invece come anche in “Vivere” i personaggi sono caratterizzati in base alla loro dimensione professionale. Sembra alquanto facile organizzare tali programmi che spesso vengono detti di contenuti semplici,mentre in realtà bisogna attivare tanti reparti(scenografia,regia,trucco e costumi,luci,tecnici del suono,microfonisti,protagonisti) ,rispettare i tempi e ritmi produttivi,avere la capacità di creare il cliffhanger,ovvero  un espediente narrativo in cui la narrazione si conclude con una interruzione brusca in corrispondenza di un colpo di scena o di un altro momento culminante caratterizzato da una forte suspense. Tutti elementi questi che servono a creare un’audience fedele e quindi per attirare l’interesse e l’attenzione del pubblico. Insomma ciò che si riscontra è che la soap opera ha bassi costi economici rispetto agli altri programmi e nello stesso tempo ha una forte redditività e un forte successo. Lo spettatore assiduo o occasionale in quei 20 minuti o mezzora di soap si distrae dalle responsabilità della propria vita e soddisfa un proprio desiderio rivolgendo lo sguardo alla forma di intrattenimento.

 Vincenzo Della Pietra