Stampa
Categoria: Cronaca
Visite: 80

 

Esiodo, poeta Greco - metà VIII secolo a.C. – VII secolo a.C -, nelle " Le opere e i giorni" parla di un "vaso",  regalo fatto da Zeus , il re di tutti gli dei, a Pandora alla quale ,però, aveva raccomandato di non aprirlo sebbene , a detta di Zeus, contenesse il grano per gli uomini, mentre in effetti conteneva  "vecchiaia", "gelosia", "malattia", "pazzia" e il "vizio" , in pratica tutti i mali che affliggono l'umanità.

 

Solo in fondo a detto vaso vi era la "speranza".

Però Ermes -il Mercurio romano- aveva donato a Pandora la "curiosità", per cui Pandora, disobbedendo all'ordine di Zeus, aprì ilo vaso da cui fuoriuscirono tutti i mali.

Così si compì la punizione che il Re degli Dei aveva deciso di infliggere agli uomini, che fino ad allora avevano vissuto una vita felice e serena ma sempre più dissoluta. 

Dopo l'apertura del vaso il mondo divenne un luogo desolato ed inospitale, simile ad un deserto, finché Pandora lo aprì nuovamente per far uscire anche la "speranza", l'illusione di eventi positivi.

Palamara, il novello "Pandora", pochi giorni fa ha scoperchiato il "vaso" facendo fuoriuscire buona parte del marciume che per anni ha sommerso la nostra cara vecchia Italia. 

Ma ,come se non bastasse ciò, ecco venire fuori anche lo sterco che ha ricoperto ingiustamente l'ex Premier Silvio Berlusconi, personaggio scomodo per un regime mascherato da "democrazia liberale".

La gogna mediatica può molto di più di un qualsivoglia ergastolo!

Il popolo italiano, avvezzo a non andare al di là delle apparenze, immediatamente punta il dito contro chi viene indicato come colpevole in prima battuta conservando nella memoria quella condanna anche a dispetto di mille assoluzioni.

Non vogliamo difendere o offendere , vogliamo solo evidenziare, come tante volte fatto, la mancanza assoluta di equità e giustizia sociale , la capacità di pilotare l'opinione pubblica in questa o in quella direzione , la necessità di appartenere a quello schieramento politico piuttosto che a quel'altro.

Si è sempre detto che durante il "fascismo" tutti gli italiani "dovevano" essere "fascisti" perchè chi non si allineava veniva messo al bando: oggi non è forse la stessa cosa?

E'  cambiato solo il colore del partito ma la sostanza è la stessa!

La cosa buffa, ma non tanto, è che chi arriva nei palazzi del potere stranamente cambia subito atteggiamento, per cui accade che un "movimento" che voleva annientare il vecchio sistema e costruire una società "più giusta e pulita" abbia finito con l'adeguarsi al "vecchio" sistema, peggiorandolo, e dimenticare tutte le buone intenzioni, pur di conservare una poltrona con i relativi privilegi. 

Meno male che alla fine Pandora fece fuoriuscire anche la "speranza" , almeno con quella ci si illude di poter avere un futuro migliore. 

Ma quando arriverà questo futuro? 

Lone Wolf