Noa, 17 anni, olandese, colpevole di essere bella e solare, si lascia morire di sete e di fame in casa, poiché le è stata respinta la richiesta di eutanasia.

Un fatto di cronaca come tanti ormai di questi tempi: una ragazzina di appena 11 anni violentata durante una festa con amici. La psicoterapia, la ripresa ma una nuova violenza, sempre durante una festa con amici, appena tre anni dopo.

È successo di nuovo: un bulletto di alunno, mentre tutta la classe se la ride , tiene un comportamento aggressivo, offensivo e violento nei confronti del proprio professore.

La scena è filmata con un telefonino e poi postato su Facebook.

È successo a Lucca in un Istituto di Istruzione Superiore dove un alunno quindicenne , forse a causa di un cattivo voto ricevuto, si alza di scatto dal proprio posto ed inveisce, avvicinandosi al Professore, contro quest’ultimo intimandogli non solo di mettergli sei ma addirittura di inginocchiarsi perché in quella classe comanda lui.

Il giorno 11 novembre si è svolto a Roma un evento significativo che ha visto il governo del Bahrain  siglare un accordo con l’Università La Sapienza. Presso il Park Hotel Marriott, dove si è svolta la cerimonia della firma, è stato indetto un convegno internazionale ed esposta  la fiera dei circoli culturali dello Stato del Golfo.

Durante la conferenza e negli stands, sono stati offerti con sentita gentilezza e sorrisi molti curiosi gadgets. La serata si è conclusa con una sontuosa cena offerta a centinaia di invitati, allietata dall’orchestra nazionale del Bahrain e con la simulazione di una cerimonia di matrimonio tradizionale.

Troppe morti sulle strade                                                        

Molti sono gli incidenti sulle strade, specie nel fine settimana. La colpa è sempre di chi beve troppo, di chi assume sostanze stupefacenti, di chi insomma si riduce in uno stato di incoscienza e decide nonostante ciò di mettersi al volante.