L’Esproprio dell’esperienza

I primi sociologi condividevano lo sforzo di attribuire un senso alla società in cui vivevano, investite dal mutamento.  Cercarono di elaborare un metodo di studio del mondo sociale per spiegare il funzionamento della società in generale e la natura del mutamento sociale.

 

Handicap, sinonimo di emarginazione: perché?

Giustizia, uguaglianza, solidarietà: questi sono temi trattati, si può dire, da svariati secoli addietro fino ad oggi, sono gli ideali verso cui tutti gli uomini, o quasi, tendono. Eppure, ancora oggi, dopo tante discussioni, gli uomini contemporanei, testimoni di un progresso che avanza inarrestabile, si ritrovano a fare i conti con la difficoltà di raggiungere questi grandi ideali…

“La libertà va cercando, ch’è si cara, come sa chi per lei vita rifiuta!”

(Dante, Purgatorio, Canto I°, vv. 71-72)

Oggi è molto facile, o almeno ci sembra facile,  parlare di libertà, vivendo in un mondo che, almeno in apparenza, sembra garantire tutti quei principi che servono a tutelare la dignità degli esseri viventi.

Quello che…la tv ci “insegna”

Quante volte abbiamo pensato che il miglior modo per rilassarsi dopo una lunga giornata di lavoro, sarebbe il sedersi sul divano e guardare la tv?

Tv intesa come mezzo di mediazione , come strumento di “soddisfazione” delle esigenze del pubblico e del privato.

La televisione è uno dei più importanti esempi di modernità, di “cultura” mediatica, grazie alla quale ogni individuo è (quasi) sempre informato, sa (quasi) sempre cosa fare, (quasi) sempre cosa mangiare, comprare, vestire.

Le tasse , sappiamo tutti che dobbiamo pagarle, sappiamo tutti che servono, che vengono, o almeno dovrebbero venire, trasformate in servizi per la comunità.

Ma da dove nasce questa “usanza”?

Quale mente geniale inventò questo “istituto”?

Bisogna fare un lunghissimo passo indietro nel tempo, si deve tornare alla “preistoria”, ma non proprio all’alba dell’umanità…

“La donzelletta vien dalla campagna…”

Chiunque abbia frequentato una scuola, almeno una volta deve aver sentito il proprio insegnante declamare i versi de “Il sabato del villaggio”, non fosse altro per la dolce melodia del verso.

.................................
Onde, siccome suole,
Ornare ella si appresta
Dimani, al dì di festa, il petto e il crine.

Tanti, troppi problemi affliggono i giovani di oggi e per quelli del Sud un problema in più: la disoccupazione!

Il Sud è la terra del nulla, la terra della speranza e della disperazione.

Eppure amiamo il Sud, la nostra terra, le nostre origini!

 

Campania: terra dei fuochi!

Terra solo dei fuochi? 

Emergenza diossina, emergenza rifiuti, emergenza criminalità, emergenza microdelinquenza: perbacco, siamo il Paese delle mille emergenze, abbiamo il record della negatività!

 

La più squallida vergogna non solo del terzo millennio, ma di sempre, è la violenza che sistematicamente si perpetra ai danni dei bambini siano essi maschi o femmine.

Un reato , questo , punibile mille volte e non solo dal punto di vista penale, ma anche e soprattutto morale.

 

Quando il popolo è chiamato alle urne per “votare”, “vota” ma non “sceglie” il suo rappresentante.

Infatti con l’attuale sistema l’elettore è “costretto” alla scelta del candidato nel partito del quale condivide l’ideologia.

L’ideologia? Ma oggi esiste ancora una ideologia politica o esistono solo “politicesi” che cercano di ottenere consensi con promesse attraverso programmi che puntualmente non si realizzano?

"Eu tanatos" , la buona morte!

Sembrerà strano, ma a volte si può parlare di buona morte, o meglio, della morte come liberazione da uno stato di salute irreversibile!

Eutanasia è una parola composta di origine greca (eu : bene ;  tanatos : morte) che letteralmente significa “buona morte”.

Significa , allargandone il senso , dare o darsi una morte indolore per porre fine ad una sofferenza dovuta a malattia o congenita o sopraggiunta.

Quante volte è piovuto non solo sulla terra ma soprattutto nei nostri cuori?  

“Passata è la tempesta” ed i nostri cuori, memori di quanto è accaduto, fanno festa per il "passato" pericolo : abbiamo vinto ancora una volta, il sereno è tornato.

Che illusione è la vita!

Sguazziamo nelle sofferenze continue, aspettando quell’ attimo di tregua per illuderci di essere felici.

Nell’antichità l’ospite era considerato sacro ed, addirittura, era lo stesso Giove che lo proteggeva.

Mancare nei confronti dell’ospite era grave offesa per il Re degli Dei e, siccome questi erano vendicativi, si ci guardava bene dall’inimicarseli.

Dal paganesimo al cristianesimo la tradizione dell’ospitalità è sopravvissuta: anche oggi l’ospite, sebbene non sia più considerato sacro, viene onorato e rispettato.

 Si può amare così tanto da odiare? Si può odiare così tanto da amare?

Amore, amicizia ed odio: facce dello stesso sentimento!?!

Alcuni lo chiamano amore, altri odio, altri ancora amicizia, ma alla fine anche se si mostra in un modo differente si chiama sentimento.

Per i duri è qualcosa di banale, qualcosa di frivolo, qualcosa che non ha senso, per coloro che l'hanno conosciuto diventa qualcosa di importante che ti riempie la vita di momenti brutti e belli, ma che alla fine nonostante ti fa sentire vivo.

Vergini o non vergini, questo è il dilemma!

In un periodo di chiara decadenza dei costumi e dei valori , è normale che nasca spontaneo affrontare, tra gli altri , anche l’argomento “verginità”.

Superfluo ripercorrere le varie tappe storiche che hanno accompagnato il concetto di verginità da quando il mondo è mondo fino alle soglie del terzo millennio.

 

La grande delusione del Terzo Millennio

Il passaggio tra il secondo ed il terzo millennio ha rappresentato un momento di paura e di speranza per tanti motivi, non ultimo quello della fatidica data con tanti zero.

Il  Terzo millennio rappresentava il futuro e già questo era sintomo di ansia ed aspettative.

 

Per non dimenticare gli eccidi e le nefandezze umane proiettiamo films e facciamo discussioni fiume.

Gli ebrei popolo perseguitato e massacrato!!!

Eppure, ho letto negli occhi di un bambino la paura, il freddo, la fame, la miseria più squallida…

Viviamo in un mondo pacifista dove, però,  c’è solo guerra.

Milioni di persone che muoiono per conquistare un pezzo di terra o solo per denaro, che mettono in gioco la loro vita per quella materialità che logora tanto l’uomo da farlo diventare tanto malvagio da arrivare ad uccidere.

 

 

Manzoni, nei suoi "Promessi Sposi", ci insegna che, se tante persone sono animate dallo stesso spirito e condividono lo stesso obiettivo, diventano una forza inarrestabile e oltremodo pericolosa: la "folla" in grado di fare anche una rivoluzione!

 


Vengono generalmente definite le lucciole della notte: infatti, nella notte buia, all’ improvviso, vicino ad un falò ancora semi-acceso, trovi quelle donne, sempre vestite in modo lascivo, in attesa di qualcuno con cui trascorrere pochi minuti, nei quali non esiste cultura e non dialogo, ma solo sesso…

Donne sfruttate,rese schiave e, nella maggior parte dei casi, inserite per forza di cose  in loschi giri gestiti dalla criminalità organizzata.