A proposito della vicenda ex ILVA.

Una nuova cattiva notizia di carattere economico viene ad aggiungersi alle tante che si susseguono di giorno in giorno in Italia, imprese e stabilimenti che chiudono improvvisamente, lasciando migliaia di persone disoccupate.

Di fronte alla perdita di lavoro dei dipendenti e ai problemi che ricadono su tutte le loro famiglie, si rimane così colpiti che non si riesce a guardare positivamente né all’immediato futuro, né in prospettiva ad un orizzonte più lontano.

C’era una volta … tutte le fiabe iniziano più o meno così e tutte hanno sempre un bel finale … e tutti vissero felici e contenti!

C'era una volta una principessa .... ma la strega cattiva le fece .... la Principessa si addormentò .... dopo molto tempo passò di lì un bel Principe azzurro su un cavallo tutto bianco e vide la Principessa distesa sull'erba ... smontò da cavallo e .... un bel bacio sulle labbra ... e vissero felici e contenti!

C'era una volta una bambina con un cappuccio rosso .... nel bosco da sola per andare dalla nonna malata .... ma il lupo cattivo mangiò la nonnina e si .... che orecchie grandi che hai, è per sentirti meglio; che bocca grande che hai, è per mangiarti meglio ... poi arrivò un cacciatore ... tutti vissero felici e contenti!

 

L’autunno è solitamente la stagione più triste dell’anno, in particolare in quest’anno 2019 è anche particolarmente piovosa, pur tuttavia offre scenari naturali di particolare effetto, dato dalla varietà dei colori che nessun’altra stagione produce.

Se il verde prevale, in autunno dominano le varianti di rosso che vanno fino al giallo ed al marrone.

 

Fonte: ONU - UNCTAD 2019

 ..... ma non di fronte all’economia

- Riflessioni da fonti ONU -

 

Questa immagine, molto significativa, è l’emblema della lotta per l’uguaglianza di UNCTAD, agenzia dell’ONU nella lotta al sottosviluppo.

 

 

Titolo: Carme del diavolo     

SottotitoloSalvator Mundi

 

Ha iniziato qualcuno a voler salvare il mondo

Anche se nessuno glielo aveva chiesto.

I suoi proseliti se ne sono andati in giro

A salvare chi non voleva essere salvato,

 

In televisione assistiamo continuamente a dibattiti politico-sociali sempre più violenti, soprattutto perché sembra che le persone che ragionano siano meno di quelle che parlano per interesse personale.

Queste ultime non vogliono mai accettare le critiche e, soprattutto se sono donne, non vogliono ammettere di sbagliare e dirimano le invettive contro chi gliele rivolge, adducendo di essere attaccate solo per il fatto di essere donne.

Li vedi ,specialmente di mattina, recarsi a passo lento verso la villa comunale o i giardinetti rionali.

Chi ha con sé un quotidiano, chi una rivista e chi solamente un bastone.

I loro volti sempre tristi anche quando scherzano e ridono tra di loro per qualche stupida battuta ormai obsoleta e del tutto ripetitiva.

Sono loro gli anziani, i pensionati, quelli che ormai non hanno più nulla da dare alla società, quelli emarginati, quelli ormai alla soglia della non autosufficienza.

Nell'ambito della "trasformazione digitale" illustro brevemente alcune procedure da me testate per la digitalizzazione di una gran mole di libri e documenti cartacei in genere.

Passo poi ad esporre alcune metodologie di classificazione dei documenti già digitalizzati (e delle mail) per avere una ricerca contestuale il più possibile approfondita.

Procedura per la scannerizzazione di libri e documentazione cartacea in genere

 

La natura ci insegna tante cose, basta solo voler apprendere!

Chi d'estate riesce ad andare a mare a rinfrescarsi per sfuggire alla calura della città ed ha il piacere di trattenersi in riva al mare, soprattutto quando è "calmo", non può non notare come l'onda lambisca la terra ferma per poi ritornare nel suo letto naturale e, poi, ritornare, delicata e dolce più che mai!

E' un continuo flusso e riflusso dell'acqua che, in modo piacevole,  carezza i piedi e  dona ristoro!

 

Criptovalute e Blockchain, ovvero: la nuova «corsa all’oro»

Bitcoin, Ethereum, Ripple, Litecoin, Verge etc.

Cosa sono, quale tecnologia c’è dietro, come comprarle / scambiarle / usarle per investimento.

Quali opportunità e quali rischi comportano.

 

Cara Greta

Innanzitutto, permettimi di chiamarti Creta (Crete), e farti sentire più vicina alla terra, al globo che tanto ami.

Di creta si dice sia fatto l’uomo, quindi tutti noi, chi più chi meno, amiamo la terra.

 

Si stava seduti sui gradini della chiesa prospiciente sull’unica piazza del paese.

Questo era un luogo di incontri, di giochi, in definitiva di socializzazione.

A volte si giocava con le figurine a volte si faceva niente si attendeva solo  la voce di una mamma o di una nonna che ti ricordava il sopraggiungere dell’ora di pranzo.

Tempi di una volta, quando si viveva in un mondo meno inquinato, più pulito, sì, certo, più pulito da tutti i punti di vista.

 

 

Quanto tempo è passato, quanta acqua è defluita verso il mare, eppure,alzandosi al mattino, sembra sempre ieri!

Cosa è cambiato da centinaia di anni a questa parte?

Nulla, è sempre la stessa monotonia, lo stesso tram-tram: una corsa continua per ... sopravvivere, giorno dopo giorno!

Sembra quasi un video gioco nel quale non riesci mai a superare il primo livello!

E, se mai, passi al livello successivo immediatamente vieni bloccato e rispedito all'inizio del gioco!

 

Se io ho un gatto, posso chiamarlo Fuffi, ma posso anche chiamarlo cane, come a volte chiamo mio marito, ma resta sempre un gatto, e a mio marito voglio ugualmente bene.

Se Igor è russo, non si offende a dirgli che ha la pelle troppo bianca e che sembra un fantasma. Se Rania ha i capelli nerissimi, perché è nata in Giordania, è contenta quando le dico che è bellissima coi suoi capelli neri ed occhi ancor più neri e mi risponde che tutte le donne della sua razza sono come lei.

Lettera inviata al settimanale D
 
Egr.....
La conosco e La seguo da tempo, non solo sulle riviste.
Stimo la Sua cultura, ma nell'articolo "L'inadeguatezza del nostro sentire" su D del 9 febbraio 2019 (io leggo sempre in ritardo) noto che una sensibilità umana non tiene conto della cruda realtà.
 
 
 
 

 

Nel "Bel Paese" delle meraviglie non si ci può meravigliare di nulla, neanche di un debito pubblico che lievita a vista d'occhio mentre chi governa sbandiera ai venti che tutto va benissimo e che siamo in piena ripresa economica.

 

Noa, 17 anni, olandese, colpevole di essere bella e solare, si lascia morire di sete e di fame in casa, poiché le è stata respinta la richiesta di eutanasia.

Un fatto di cronaca come tanti ormai di questi tempi: una ragazzina di appena 11 anni violentata durante una festa con amici. La psicoterapia, la ripresa ma una nuova violenza, sempre durante una festa con amici, appena tre anni dopo.

E venne il giorno dell'apocalisse...economico, politico, sociale!

Chi se lo sarebbe mai aspettato di arrivare nell'anno del Signore 2019 per ritrovarsi in un mare in tempesta e non certo ormonale?

Disoccupazione alle stelle, potere d'acquisto più che dimezzato, crescita zero, debito pubblico lievitato al 132%: questa è l'Italia di oggi, ridotta ad una discarica , violentata, vilipesa, derisa, fatiscente!

 

"Tombola all'italiana", con Salvini, Di Maio e gli altri.

Situazione ingarbugliata e resa ancora più caotica da continui litigi e cambiamenti di idee di chi governa oggi in Italia.

Questa ,purtroppo, è la cruda realtà in cui stiamo vivendo questi primi mesi dell'anno 2019 venendo da una condizione disagiata dell'anno 2018 e, soprattutto, degli anni precedenti.

 

L’Esproprio dell’esperienza

I primi sociologi condividevano lo sforzo di attribuire un senso alla società in cui vivevano, investite dal mutamento.  Cercarono di elaborare un metodo di studio del mondo sociale per spiegare il funzionamento della società in generale e la natura del mutamento sociale.